Strega…in cucina!

Mentre stavo leggendo la ricetta di un dolce, ho pensato che sarebbe stato carino farvi vedere qualche golosità proveniente dalla mia cucina.

Qualche tempo fa avevo acquistato una teglia di rame per farinate….e seguendo, fedelissima, l’originale ricetta…ecco cosa ho sfornato…

Da un favoloso viaggetto fatto in provenza (…poi vi racconterò!!) avevo acquistato della lavanda in uno dei meravigliosi e caratteristici mercatini…e potevo perdere l’occasione per usarla anche in cucina???….parfum romantique de Provence…sont bonnes!! magnifique!!! 

…e se vi fornissero una cassetta colma colma di gustosissime mele renette direttamente provenienti dal Trentino, quale occasione migliore ci sarebbe se non fare una torta?!?!?

..ma…”the show must go on…”!!!

Con l’occasione delle feste di natale, mi è venuta la malinconia dei dolcetti che faceva mia nonna e che tutt’ora fanno le mie zie. Le cartellate “sfringioli” pugliesi. Per chi le conosce, non c’è natale senza cartellate…e vista loro misteriosa storia, da buona strega, non potevo non impararne la loro magica preparazione…e allora..1….2…3…

…ma non è finita qui…manca la ciliegina sulla torta..il crem della crem…il condimento! Potete scegliere, o vino cotto o miele con mandorle tritate (anche le noci vanno bene).  A me, personalmente, piacciono entrambe…ma quelle al vino cotto hanno, decisamente, una marcia in più…!!!

Visto che ci sono, per finire, ne approfitto per  aggiornarvi sulle ultime “creature” prodotte dalla cucina della strega: confettura di zucca e zucca-uvetta e pinoli, e anche quest’anno, marmellata di arance…

    

to be continued…!!!

Il Cerchio Magico

…Beh…chi l’avrebbe mai detto che il caro vecchio e buon “cerchio magico”…fosse sulla bocca di tutti e su tutti i giornali!!! Quindi mi son detta…”perchè non scrivere due righe a riguardo e condividere l’importante ruolo del cerchio magico?”…e chi lo può fare meglio di una strega!!!!  Pertanto, tranquilli, niente politica..che per carità, da sempre da’ ottimi spunti di riflessione!!!       La tentazione a dire due “cosine” c’è. ma per evitare “inquisizioni” varie, lascio che ad illustrare rebus e misteri, dove il mistico non arriva a spiegare, sia chi è più esperto di me!!! Allora vi racconto qualcosina sul cerchio magico o anche detto circolo magico…è la stessa faccenda!! Ha origini molto antiche; tracce di questo rituale neopagano, si trovano sin dai tempi dei babilonesi, fino ad arrivare ai nostri maghi cerimoniali del Medioevo e del Rinascimento…e anche in alcune tribù indiane d’America. Fatto sta che antico o moderno che sia questo tipo di rituale, il fattore comune, indipendentemente dall’epoca, è quello di creare con l’energia della mente uno varco immaginario che dividesse il mondo soprannaturale da quello materiale, agevolare la concentrazione, la sacralità del rituale e la comunione con le divinità.  

Insomma, il cerchio, questa figura geometrica (ma quello vero!!!), è una figura fondamentale e valor indiscutibile nelle corrette operazioni magiche! In primo luogo rappresenta l’infinito, tutto ciò che non ha né principio, né fine. E’ un limite invalicabile, una efficacissima protezione che ha lo scopo di bloccare le forze negative, “profane”, che potrebbero indirizzarsi verso chi opera. Inoltre, è un ecellente condensatore di energia psichica.  

In alcun modo, intendo evocare nel vostro pensiero descrizioni melodrammatiche o agghiaccianti, ma provate ad immaginare, per un attimo, a quante volte, senza accorgervene, siete stati maghi anche voi nel nostro piccolo. Naturalmente ognuno, in modo e per motivi differenti.  Per un esame di maturità…o di laurea…o un qualsiasi test, prima di una visita o ceck up medico, per un colloquio di lavoro….immaginate un direttore d’orchestra o un gruppo musicale prima di un concerto dal vivo….insomma posso elencare esempi all’infinito…e cosa succede?? Parte una specie di preghiera…di scongiuro….rivolgendogi a entità o fenomeni più potenti di noi, al di sopra delle nostre parti, chiedendo di ascoltarci ed esaudire la nostra richiesta!!! In gran segreto lo diciamo con la mente o quando sappiamo di essere da soli in modo che nessuno possa sentirci per poterlo dire a voce alta!!!…e nel pronunciare le parole si aggiungono, automaticamente, i gesti per dare ancora più forza al tutto; c’è chi lo fa incrociando le dita, congiungendo le mani, alzando le braccia o gli occhi al cielo…o solo con la concentrazione della mente e usando il cuore, ricetta ideale che aggiunge più potere alla preghiera!!! ….io li definisco veri e propri rituali anche questi…cari maghetti e care streghette!!!…e se è vero che il mistero e la magia hanno, fin dall’antico dei tempi, affascinato ed incuriosito l’uomo…non mi resta che augurarvi……….

…….BUONA MAGIA A TUTTI!!!!

Le golosità della strega

Due settimane fa abbiamo fatto una favolosa marmellata di arance  ed allora mi è venuto in mente che forse era un’idea carina farvi vedere quelle prodotte. Non solo…ma presa da un attacco di euforia..anche conserve e via andare!!!

Alchimie strane o segreti per le confetture e marmellate?!?!….ma naturalmente sì!!…da una strega…che vi aspettate….frutta fresca, zucchero….e fantasia, ma non vi posso mica svelare tutto!!..woilà….ecco pronta una pozione golosamente magica…da leccarsi i baffi!!!…e allora apriamo le danze:

…”gocce d’oro”….     ….e per magia…guardate cosa

bolle nel calderone… …invitante eh!!!….ma proseguiamo.. …raccolte alle 7.30 di mattina!!

Ne è valsa la pena….ve lo assicuro!!!!!!!!!