Ciao 28!

Ciao compagno! Oltre ogni influenza politica, era così che lo salutavo. Hai lottato fino all’ultimo respiro e naturalmente non potevi uscire di scena senza mandar amorevolmente a “fanculo” Pietro per l’ultima volta! Sopravvissuto all’incidente sul Turchino, duro come una roccia…solo “l’indistruttibile” poteva fartela! Ci mancherai..ciao Gino!