Diario Vacanze 2020: misteri e leggende d’Italia

Caro diario di bordo, continua il nostro #viaggio sotto l’insegna delle leggende d’#Italia. Come ben sapete, sono sempre stata sensibile agli argomenti che riguardano i misteri e le leggende, e in Italia si sa’, c’è pane per i miei denti. Quella che vi sto per scrivere è una leggenda che mi fu raccontata dal mio professore di Elettronica e Sistemi delle superiori, in occasione di una gita scolastica a Pisa. Più precisamente a Piazza del Duomo di Pisa e subito vengono in mente i quattro bianchissimi capolavori di arte monumentale medievale: la Torre Pendente, il Camposanto, il Battistero e il Duomo. Sono proprio questi ultimi, così particolari, da aver dato vita a uno stile tutto suo, il cosiddetto, “romanico pisano”.

Dapprima d’Annunzio che, colpito e affascinato dalla sua bellezza e perfezione, la chiamò Piazza dei Miracoli.

Ma non mi soffermerò sulle bellezze architettoniche, bensì su alcuni episodi che avvolgono questa meravigliosa Piazza, tanto da poter essere chiamata anche Piazza dei misteri.

Certamente! Perché di veri e propri misteri di tratta. Vediamo un po’…”se vi dicessi “il #Duomo e le unghiate del #diavolo” 😈, oppure il “#fantasma di Galilei” 🕵️?!? Siete curiosi vero?

Il Duomo e le “unghiate del diavolo”, sicuramente il più famoso e suggestivo, che aleggia su Piazza dei Miracoli, nella facciata nord della cattedrale, quella che si affaccia sul Camposanto Monumentale.

Qui si trova un pezzo di marmo di provenienza romana.

Li vedete tanti piccoli buchini? E già sarebbero proprio le unghiate del Diavolo. La leggenda narra che la Piazza dei Miracoli non poteva essere portata a compimento. La cattedrale che con la sua straordinaria e disarmante bellezza che già si intuiva durante la costruzione non poteva prendere forma. Sarebbe stato uno schiaffo troppo grosso per il diavolo. Allora, accecato dalla rabbia e dalla voglia di distruzione salì sul tetto per impedire la prosecuzione dei lavori e distruggere anche quanto già fatto.

Un angelo riuscì però ad impedire al diavolo di portare a termine il suo piano e, l’unica cosa che il demonio riuscì a fare, fu aggrapparsi con le unghie al pezzo di marmo per lasciare nei secoli il segno indelebile. È il caso di dire che qui il diavolo ci ha lasciato lo zampino!

Ma la cosa più curiosa è che, se si prova a contare più i fori lasciati dalle unghiate, il conto non torna MAI, ma proprio MAI! Chiedetelo agli studenti che ogni anno si recano al Duomo per contare i buchini come rito scaramantico dei 100 giorni prima dell’esame di maturità.

Comunque, non è che sia finita qui!

All’appello, non poteva mancare un fantasma, e non un fantasma qualunque, ma bensì il fantasma di #Galileo Galilei.

Diverse segnalazioni di persone han giurato di aver visto in Piazza dei Miracoli il fantasma dello scienziato. Ma facciamo un passo indietro: Galileo Galilei nacque a Pisa e fu battezzato nello splendido Duomo in Piazza dei Miracoli.
La giovinezza la trascorre nei pressi di Piazza dei #Miracoli, nel Palazzo della Sapienza, sede dell’#Università  dove studia. Stufo di essere un incompreso e mal pagato docente di matematica, si trasferisce in Veneto e tornerà a Pisa all’età di 46 anni in quel Palazzo come matematico primario dello Studio di Pisa, ma esentato dall’insegnarvi per dare libero corso alle sue ricerche. La Piazza dei Miracoli fu con molta probabilità il più importante dei laboratori scientifici per le scoperte di Galileo. Intuì la legge dell’isocronismo delle oscillazioni del pendolo proprio dentro il Duomo, osservando una grande lampada votiva. Dalla cima della Torre Pendente, condusse degli esperimenti sulla caduta dei gravi e sempre vicino a Piazza dei Miracoli Galileo punta i suoi cannocchiali verso la volta celeste dalla cima della torre di Palazzo Reale, su Lungarno Pacinotti. Insomma, l’affetto profondo dello scienziato per quei luoghi è evidente…tanto da tenerlo legato alla sua Piazza anche dopo la morte?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: