Primavera in maschera 2018

Dopo decenni tornano a sfilare i carri allegorici a Borgaro Torinese (TO). Ritrovo è partenza alle 14.30 da via Italia di fronte al bar Happy Day, il nostro amatissimo chiosco, in compagnia dei nostri carissimi amici Roberto, Andrea ed Elena.

Naturalmente prima di iniziare un buon caffè…!!! Hanno partecipato equipaggi da tutta la provincia, in particolare, dai Comuni di Avigliana, Osasco, Bosconero e Chivasso. I protagonisti dell’apertura del corteo sono stati i personaggi storici della città di Borgaro. Si tratta del Cocomrè e della Cocomrèra. La festa finale in piazza della Repubblica.

Le mie piccole “streghette” si sono divertite un mondo!

È primavera…

I faggi che fan da sentinella, aspettando la comparsa dei primi bucaneve, le primule che ne annunciano l’arrivo ed eccola, la magia della primavera. La natura si sveglia e non di certo possiamo stare con le mani in mano! Con un’occhio al meteo e di riguardo ai mesi con la R (per chi ci crede..ed io ci credo!) usciamo dal letargo! Ricordate quel detto “nei mesi con la R il sole non si prende”?! Beh, comunque sia, viene una gran voglia di passeggiare e del “fai da me”, come lo definisco io. A tal proposito, giusto qualche giorno fa, gironzolando per boschi e prati ho ceduto alla tentazione della raccolta “fai da me” di erbe selvatiche, commestibili naturalmente! Tenerissime punte di rovo, ortiche, viole mammole, foglie di tarassaco e tante tante altre, ma l’elenco sarebbe lungo. Tutte ottime nell’insalata, nella frittata, nei minestroni, risotti; insomma, chi più fantasia ha, più ne metta! Per esempio, ho letto che la radice tostata di tarassaco è un buon surrogato del caffè…non l’ho ancora provato, pertanto me ne sto alla bibliografia. Dicevo del fai da me..proprio perché, stimolata da una giornata di sole favolosa e vedendo il mio giardino tempestato di fiori e colori, mi sono preparata dei profumatissimi sali da bagno alla lavanda e rosmarino.

20140415_140040

Oltre al piacevolissimo profumo, sono molto utili come esfolliante per la pelle del corpo, e già che ci avviciniamo all’estate perché non partire in tempo?!

20140415_092136

Al prossimo “fai da me”.

Pasqua tanto desiata, in un giorno è passata…

Buona Primavera e buona Pasqua!!!

Non mi sono persa!! E’ che tra le faccende quotidiane, marito e figlia…e naturalmente progetti a cui sto lavorando…beh, non mi annoio sicuro!!!

Quali progetti?!?! CURIOSI!! Non ve lo dico, ma quanto prima vi svelerò qualcosina…giusto giusto un assaggino.

Comunqe, non cambiamo discorso…

UOMINIIII e DONNEEE!!..qualunque fede voi abbiate ed in qualsiasi cosa crediate, una cosa è certa: le antiche tradizioni ci offrono tutta una serie di miti legati alla primavera, che hanno al loro centro l’idea di un sacrificio a cui segue una rinascita o resurrezione (come preferite!).

Infatti, non a caso, l’uovo, di qualsiasi natura lo preferiate, è da sempre (e per qualsiasi cultura), simbolo di vita, di creazione e di rinascita.

Pertanto, qualunque sia la nostra credenza, questo è un periodo in cui celebriamo la rinascita a nuova vita, il trionfo della luce sul buio e sulla morte.

Per chi volesse approfondire sull’argomento ecco qualche riferiento Ostara – Eostre, 21 Marzo (equinozio di primavera):

– Divinità Dee giovani e Dei morti e risorti: Persefone, Kore, Blodeuwedd, Cybele, Gaia, Iside, Cernunno, Tammuz, Osiride, Mitra

– simboli: uovo, nidi, i bozzoli, la luna nuova

– colori: rosa, giallo paglierino, bianco, viola

– erbe: trifoglio, croco, bucaneve, narciso, gelsomino, zafferano irlandese, zenzero

– pietre: opale, acquamarina, quarzo e pietra di luna

– animali:  lepre, cavallo, agnello (che a causa del solito malinteso religioso, ogni anno, passa inosservata questa “strage degl’innocenti”), unicorno (creatura mitica, ma pura e meravigliosa)

Buona Vita a tutti!!!

Equinozio di Primavera (21 marzo)

Ostara, Festa degli Alberi, Anna Perenna (antichissima divinità romana femminile festeggiata nel bosco sacro a lei dedicato alle idi di marzo) o Lady Day, che significa giorno della Dea Luna. E’ uno dei Sabbat Minori. Il giorno e la notte hanno la stessa durata. E’ favorevole ai riutali, alle operazioni attive…celebriamo il ritorno della fertilità della terra. Nella magia delle campagne si fondono spesso elementi pagani e cristiani, vuoi perchè nelle campagne la cristianità ha da sempre lasciato solchi molto profondi o perchè, talvolta, sono proprio le feste cristiane che si sono “appropriate”  di usi e date delle ricorrenze pagane. Infatti, non a caso la pasqua rientra anche nelle nostre celebrazioni. Nel 325 DC il Concilio Cattolico di Nicea stabilì che la solennità della Pasqua sarebbe stata celebrata nella domenica seguente il primo plenilunio dopo l’equinozio di primavera….chissà, magari per “occupare”  quel posto che da secoli era occupato da ben precisi riti pagani!!! Quindi riepilogando abbiamo per primo l’equinozio di primavera, poi il plenilunio (e qui lo festeggiamo per assorbire forza dalla luna e per ringraziare Iside dei suoi favori),  ed infine abbiamo la pasqua. Semplice no!!! Ma c’è dell’altro! In questo mese venivano festeggiati i Misteri Eleusini..e vi chiederete: “..e che sono???”…ed io ve lo spiego, o almeno ci provo! In poche e semplici parole è la “speranza di vita oltre la morte”, erano riti religiosi misterici che si celebravano ogni anno nel santuario di Demetra nell’antica città greca di Eleusi. Posto sotto il dominio di Marte, simbolo delle forze maschili fecondatrici. E poi..e poi..è la festa degli opposti, della dualità delle forze femminili e maschili rappresentate dalla notte e dal giorno che, come detto prima, hanno la stessa durata, e del loro equilibrio cosmico che producono, garantendoci vita e abbondanza. Si celebra la fertilità, la crescita e la vita sia degli uomini che della natura. Passeggia per campi e boschi osservando la rinascita della natura. Intrecci fiori tra i capelli, metti un fiore negli abiti o un mazzo  di fiori di campo sulla tua scrivania in ufficio o in casa, per testimoniare che anche noi apparteniamo alla natura. Sin dal mattino, cibati di frutta fresca e poi uova e vegetali. Cucina le uova con salse picanti alle erbe…come piace a te e ai tuoi commensali, puoi usare peperoncino, prezzemolo o basilico o erba cipollina…apparecchia la tavola con tovaglia verde e accendi candele color pastello!!!…visto che il 2012 è bisestile…lo festeggiamo il 20, anzichè il 21….e allora BUONA PRIMAVERA a tutti!!!!