È primavera…

I faggi che fan da sentinella, aspettando la comparsa dei primi bucaneve, le primule che ne annunciano l’arrivo ed eccola, la magia della primavera. La natura si sveglia e non di certo possiamo stare con le mani in mano! Con un’occhio al meteo e di riguardo ai mesi con la R (per chi ci crede..ed io ci credo!) usciamo dal letargo! Ricordate quel detto “nei mesi con la R il sole non si prende”?! Beh, comunque sia, viene una gran voglia di passeggiare e del “fai da me”, come lo definisco io. A tal proposito, giusto qualche giorno fa, gironzolando per boschi e prati ho ceduto alla tentazione della raccolta “fai da me” di erbe selvatiche, commestibili naturalmente! Tenerissime punte di rovo, ortiche, viole mammole, foglie di tarassaco e tante tante altre, ma l’elenco sarebbe lungo. Tutte ottime nell’insalata, nella frittata, nei minestroni, risotti; insomma, chi più fantasia ha, più ne metta! Per esempio, ho letto che la radice tostata di tarassaco è un buon surrogato del caffè…non l’ho ancora provato, pertanto me ne sto alla bibliografia. Dicevo del fai da me..proprio perché, stimolata da una giornata di sole favolosa e vedendo il mio giardino tempestato di fiori e colori, mi sono preparata dei profumatissimi sali da bagno alla lavanda e rosmarino.

20140415_140040

Oltre al piacevolissimo profumo, sono molto utili come esfolliante per la pelle del corpo, e già che ci avviciniamo all’estate perché non partire in tempo?!

20140415_092136

Al prossimo “fai da me”.